1. FONTI NORMATIVE

La vendita dei pacchetti turistici descritti sul presente catalogo è disciplinata dagli artt. 32-51 del D. Lgs. 79/2011 (Codice del Turismo, in seguito CdT) come attualmente modificato dal D. Lgs. 62/2018 di attuazione della Direttiva UE 2015/2302 e dalla L.1084/1977 di ratifica ed esecuzione della Convenzione Internazionale relativa al contratto di viaggio (CCV), firmata a Bruxelles il 23/04/1970, nonché dalle disposizioni del Codice Civile in tema di trasporto, appalto di servizi e mandato, in quanto applicabili, e dal Codice della Navigazione (R.D. 327/1942).

2. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO

Ai sensi dell’art. 33 CdT, per pacchetto turistico si intende la “combinazione di almeno due tipi diversi di
servizi turistici ai fini dello stesso viaggio o della stessa vacanza, se si verifica almeno una delle seguenti
condizioni:
1) che tali servizi siano combinati da un unico professionista, anche su richiesta del viaggiatore o conformemente a una sua selezione, prima che sia concluso un contratto unico per tutti i servizi;
2) tali servizi, anche se conclusi con contratti distinti con singoli fornitori di servizi turistici, siano:
2.1) acquistati presso un unico punto vendita e selezionati prima che il viaggiatore acconsenta al
pagamento;
2.2) offerti, venduti o fatturati a un prezzo forfettario o globale;
2.3) pubblicizzati o venduti sotto la denominazione “pacchetto” o denominazione analoga;
2.4) combinati dopo la conclusione di un contratto con cui il professionista consente al viaggiatore di
scegliere tra una selezione di tipi diversi di servizi turistici, oppure acquistati presso professionisti
distinti attraverso processi collegati di prenotazione per via telematica ove il nome del viaggiatore,
gli estremi del pagamento e l’indirizzo di posta elettronica siano trasmessi dal professionista con
cui sia concluso il primo contratto a uno o più professionisti e il contratto con quest’ultimo o questi
ultimi professionisti sia concluso al più tardi 24 ore dopo la conferma della prenotazione del primo
servizio turistico.

3. COMPRAVENDITA

La proposta di compravendita dovrà essere redatta su apposito modulo contrattuale, se del caso elettro-
nico, compilato in ogni sua parte e sottoscritto dal cliente, che ne riceverà copia. L’organizzatore fornirà prima della partenza le indicazioni relative al pacchetto turistico non contenute nei documenti contrattuali, negli opuscoli ovvero in altri mezzi di comunicazione scritta, in regolare adempimento degli obblighi previsti a proprio carico dall’art. 36, comma 8, CdT.
Il contratto costituisce titolo per accedere eventualmente al Fondo di Garanzia di cui al successivo art.14.

4. PAGAMENTO

All’atto della prenotazione il pagamento dovrà essere così effettuato: tour di 1 giorno: pagamento totale
dell’importo dovuto; tour di 2 giorni in poi: dovrà essere versato un acconto pari al 30% della quota di
partecipazione e il saldo almeno 30 giorni prima della partenza del viaggio. Per le iscrizioni effettuate nei
30 giorni precedenti la partenza dovrà essere versato l’intero ammontare al momento della prenotazione.

5. VARIAZIONI

L’organizzatore, prima della partenza, ha facoltà di modificare in modo significativo il programma di viaggio. Dopo la partenza, ove una parte essenziale dei servizi previsti dal contratto non possa essere effettuata, l’organizzatore predisporrà soluzioni alternative adeguate per la prosecuzione del viaggio. L’organizzatore si riserva altresì la facoltà di modificare la quota di partecipazione al viaggio, fino a 20 giorni prima della partenza e in ogni caso in misura non superiore all’8% del costo globale originario.

6. RECLAMI

Ogni mancanza nell’esecuzione del contratto deve essere contestata senza ritardo affinché l’organizzatore, il suo rappresentate locale o l’accompagnatore vi pongano tempestivamente rimedio. Il viaggiatore può altresì porgere reclamo mediante invio di raccomandata A/R all’organizzatore o al venditore entro e non oltre 10 giorni lavorativi dalla data di rientro del viaggio. Tuttavia, l’organizzatore andrà considerato esente da qualunque responsabilità per gli eventi che siano stati contestati solo al rientro e che avrebbero potuto trovare rimedio qualora evidenziati agli operatori nel corso del viaggio.

7. LIMITE DEL RISARCIMENTO

Il risarcimento dovuto all’organizzatore per danni alla persona non potrà in alcun caso essere superiore ai limiti previsti dalle convenzioni internazionali di cui siano parte l’Italia e l’Unione Europea in riferimento alle prestazioni il cui inadempimento ne ha determinato la responsabilità (art. 1783 e 1784 del Codice Civile).

8. OBBLIGO DI ASSISTENZA

L’organizzatore è tenuto a prestare le misure di assistenza al viaggiatore imposte dal criterio di diligenza professionale esclusivamente in riferimento agli obblighi a proprio carico per disposizione di legge o di contratto. L’organizzatore e l’intermediario sono esonerati dalle rispettive responsabilità (art. 11 e 12), quando la mancata o inesatta esecuzione del contratto è imputabile al viaggiatore o è dipesa da circostanze imprevedibili o di forza maggiore.

9. RICHIESTE PARTICOLARI E OBBLIGHI DEL TURISTA

Il viaggiatore è tenuto a far presente per iscritto la sue particolari esigenze al momento della prenotazione.
Mobitour si riserva di accettare dette particolari richieste, dopo aver verificato le disponibilità dei fornitori che dovranno erogare le prestazioni. Mobitour farà prevenire quanto prima al viaggiatore una comunicazione relativa ad eventuali costi supplementari originati da dette richieste, sempre che le stesse siano realizzabili. I viaggiatori hanno l’obbligo di comunicare la propria cittadinanza, se diversa da quella italiana, e dovranno essere muniti di passaporto individuale o di altro documento valido per tutti i paesi toccati dall’itinerario, nonché di visti di soggiorno o di transito e/o certificati sanitari, ove richiesti. In caso di minori che viaggiano da soli, è obbligatoria la liberatoria da parte dei genitori/tutori, che sarà da inviare via email o fax, firmata e datata. I viaggiatori reperiranno le informazioni presso i canali governativi e provvederanno, prima della partenza, a verificarne l’aggiornamento presso le competenti autorità.

10. CESSIONE DELLA PRENOTAZIONE

Il viaggiatore che sia nell’impossibilità di usufruire del viaggio prenotato, può cedere la propria prenotazione ad una persona che soddisfi tutte le condizioni richieste per il viaggio dopo averne informato Mobitour a mezzo lettera raccomandata A/R, che dovrà prevenire entro e non oltre 4 giorni lavorativi prima della partenza indicando le generalità del cessionario. Esclusi viaggi comprensivi di volo aereo il viaggiatore cedente ed il cessionario sono solidamente responsabili per il pagamento del saldo del prezzo e delle spese ulteriori eventualmente derivanti dalla cessione.

11. RECESSO DEL VIAGGIATORE

Ai sensi degli art. 41-42 del CdT, il viaggiatore può recedere dal contratto di viaggio senza alcuna penalità in caso di modifica significativa di uno degli elementi essenziali del contratto quali: aumento del prezzo del viaggio in quantità e modalità differenti rispetto a quanto stabilito all’art. 5; slittamento della data di partenza superiore ai 2 giorni lavorativi; modifica della categoria dell’albergo. In tali casi il viaggiatore sarà tenuto a comunicare, entro 14 giorni lavorativi dal ricevimento della comunicazione di modifica, se intende esercitare il diritto di recesso accettare un pacchetto sostitutivo di qualità superiore o equivalente, o se inferiore con rimborso della differenza. Il viaggiatore può altresì recedere prima della partenza e senza penali per cause di forza maggiore (confitti armati, epidemie, calamità ecc.), che devono incidere sostanzialmente nell’esecuzione del viaggio. Se un iscritto al viaggio dovesse recedere dal contratto per casi diversi da quelli sopra descritti, avrà diritto al rimborso della quota di partecipazione al netto delle penalità qui di seguito indicate, oltre agli oneri e spese da sostenersi per l’annullamento dei servizi:
nessuna penale fino a 30 giorni lavorativi prima della partenza;
penale del 25% sulla quota di partecipazione da 29 a 21 giorni lavorativi prima della partenza;
penale del 50% sulla quota di partecipazione da 20 a 11 giorni lavorativi prima della partenza;
penale del 75% sulla quota di partecipazione da 10 a 4 giorni lavorativi prima della partenza;
penale del 100% da 3 a 0 giorni lavorativi prima della partenza.
Nessun rimborso sarà accordato a chi non si presenterà alla partenza o rinuncerà durante lo svolgimento del viaggio stesso, così pure nessun rimborso spetterà a chi non potesse effettuare il viaggio per mancanza o inesattezza dei previsti documenti personali di espatrio. L’annullamento da parte di un viaggiatore con sistemazione in camera doppia comporta il pagamento del supplemento singola.

12. RECESSO DELL’ORGANIZZATORE

L’organizzatore, ai sensi dell’art. 41 del CdT, può annullare il contratto di viaggio e offrire al turista il rimborso integrale del prezzo versato, senza ulteriori risarcimenti, per circostanze di carattere eccezionale e imprevedibili, o per mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti (specificato nel contratto), informandone il viaggiatore con adeguata tempestività.
Per ogni altro caso di mancata esecuzione del viaggio da parte dell’organizzatore faranno fede le
disposizioni normative.

13. VALIDITA’ DELLE QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Le quote sono calcolate in base ai cambi, alle tariffe dei vettori e ai costi dei servizi indicati sul program-
ma di viaggio al momento dell’emissione dello stesso. Pertanto le quote potranno essere variate, fino a 20 giorni prima della partenza, in conseguenza delle variazioni del costo del trasporto, del carburante,
dei diritti e delle tasse di sbarco o imbarco nei porti e negli aeroporti, di soggiorno e Iva, e del tasso di
cambio applicato.

14. FONDO DI GARANZIA

È istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri un Fondo Nazionale di Garanzia, cui il consumatore può rivolgersi, ai sensi dell’art. 50 del D. Lgs. 79/2011. Il Fondo di Garanzia provvede alle seguenti esigenze in caso di insolvenza o di fallimento dichiarato da Mobitour:
a) rimborso del prezzo versato;
b) rimpatrio nel caso di viaggi all’estero.

Il fondo deve altresì fornire un’immediata disponibilità economica in caso di rientro forzato di turisti da Paesi extracomunitari in occasione di emergenze imputabili o meno al comportamento dell’organizzatore. Le modalità di intervento del Fondo sono stabilite con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’art. 91 del D. Lgs. 206/2005.

15. COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA

Ai sensi dell’art. 17 della L. 38/2006, la legge italiana punisce con la reclusione i reati concernenti la
prostituzione e la pornografa minorile, anche se commessi all’estero.

16. ASSICURAZIONE R.C.

Mobitour è coperta da polizza assicurativa R.C. Professionale n. 111122698 con la Società Allianz per la
responsabilità civile ai sensi del D. Lgs. 206/2005.

SCHEDA TECNICA

Catalogo valido dal 01/01/2019 al 31/12/2019
Organizzazione tecnica: Mobitour – C.so Turati 53, 10134 Torino.
Autorizzazione Prot. n. TO-2012-57540
Polizza assicurativa ALLIANZ GLOBAL ASSISTANCE.
Per la responsabilità civile di cui all’art. 99 del D. Lgs. 206/2005
Opuscolo pubblicitario non in vendita, stampe propagandistiche

Corso Filippo Turati, 53 – 10134
Tel. +39 011 19384450
E-mail: gruppi@mobitour.biz
www.mobitour.biz